FEDERAGIT Torino: boom di turisti nei musei

durante il ponte di Ognissanti

La settimana dell' arte contemporanea è già iniziata, e da venerdì i musei e gli alberghi hanno fatto il pieno di turisti, attratti soprattutto dalle grandi mostre, da Toulouse-Lautrec a Palazzo Chiablese, a Gus Van Sant al Museo del Cinema. L' occupazione degli hotel nel ponte dei Santi ha avuto un picco del 90 per cento nella giornata di sabato. 


Alla Reggia di Venaria nei tre giorni ci sono stati 17.772 ingressi, al Museo del Cinema 10.500, all' Egizio 13.982, a cui si è aggiunto un tutto esaurito per lo spettacolo di Halloween, ieri e oggi negli orari di chiusura dell' Egizio, con 18 repliche. S' intitola «Halloween. Le origini» ed è una passeggiata animata nelle sale per far scoprire ai visitatori le origini della festa dalla Preistoria all' Antico Egitto, passando per la cultura celtica fino ai giorni nostri. Bene anche al Museo del Risorgimento, dove ci sono stati 2.527 ingressi, e al Mauto: 3.000 visitatori. Successo di pubblico alla Fondazione Torino Musei: 3.800 a Palazzo Madama, 7.679 al Borgo Medievale, 1.580 alla Gam e 1.220 al Mao.

 

Apertura eccezionale Il lunedì è il giorno di chiusura dei Musei Reali, ma oggi resteranno eccezionalmente aperti, come faranno anche gli statali Villa della Regina e Palazzo Carignano. Oggi è anche l' ultimo giorno per visitarli gratuitamente, perché da domani a Palazzo Carignano e Villa della Regina si pagherà un biglietto d' ingresso di 5 euro (2,50 il ridotto).

 

Una scelta per migliorare l' offerta culturale, far crescere il valore dei due luoghi, e utilizzare i ricavi della biglietteria per i lavori di manutenzione ordinaria. E se la mostra di Toulouse-Lautrec a Palazzo Chiablese non chiuderà per tutta la settimana, i Musei Reali hanno posticipato la chiusura settimanale a mercoledì 2 novembre.


Atmosfera magica «L' atmosfera magica del Natale, le luci d' artista, la lunga durata del ponte e il clima favorevole hanno prodotto un boom di turisti in città - dice Micol Caramello, presidente delle guide turistiche di Federagit -. Ieri si vedevano code un po' dappertutto».

 

stralcio da La Stampa