Federagit Lombardia: no all'abilitazione nazionale, controlli contro abusivismo

Federagit Confesercenti Lombardia oggi in Regione Lombardia con Franca Tozzo per dire un chiaro NO all'abilitazione nazionale e per chiedere controlli e sanzioni contro l' abusivismo.

 

Di fronte alla Presidente Alessandra Cappellari, a Fabio Pizzul, Silvia Scurati e Dino Alberti le rappresentanze delle guide turistiche hanno chiesto:

1) una Risoluzione che ribadisca un concetto chiaro: "una guida non specializzata non è una guida", invitando il legislatore nazionale a ripristinare le abilitazioni territoriali;

2) un tavolo regionale con Province, Comuni e Associazioni per garantire controlli efficaci sul territorio, anche avvalendosi delle nuove tecnologie per consentire un'immediata identificazione delle guide abilitate e di quelle abusive.

 

“Ci rivolgiamo alla Regione e all'Assessore al turismo, Lara Magoni, - dichiara Franca Tozzo – affinché intervengano con misure che, riconoscendo la dignità e l'importanza della professione di Guida Turistica, pongano fine al caos normativo e alla mancanza di controlli sui territorio.

 

Tutelare le Guide non significa "solo" difendere migliaia di attività economiche da concorrenza sleale e abusivismo, ma vuol dire anzitutto tutelare l'immagine che i turisti si fanno dei nostri territori: quello che ricorderanno - e racconteranno - tornando a casa.”